Non passare il resto della vita a sperare che qualcuno cambi al posto tuo

Non passare la vita a sperare che qualcuno cambi al posto tuo. Non aspettare invano che si creino le condizioni ideali per la tua realizzazione personale. Perché ogni volta che starai per cominciare, nulla sarà mai come la volevi tu. Quindi prendi una decisione su cosa ti rende davvero felice ora, e inizia a fare azioni concrete per essere felice da ora.

 

Tutto questo libro serve a farti prendere quella decisione, perché è il fatto che non prendi questa decisione, che rimandi e non ci credi, ciò che ti impedisce una vera autostima.

 

Fino a che fai prendere decisioni sulla tua felicità agli altri non sarai mai davvero felice.

Non sarai felice perché non sai chi sei veramente. Quindi non puoi riconoscere te stesso in questa (presunta) felicità

 

Non delegare agli altri la tua felicità.

 

Stai attento.

Molti ti diranno che invece di cambiare gli altri devi prima cambiare te stesso. Detto così sembra quasi scontato. Chiunque potrebbe dirti una frase così, senza prendersi la responsabilità di come ci si riesce veramente. E’ un luogo comune. Potresti metterci tutta la vita a cambiare usando le tue sole forze. E non riuscirci mai. Allora parti da dove sei! Prima di cambiare tutto inizia a fare qualcosa ora.

Poi farai un’altra cosa, poi un’altra, una cosa alla volta e alla fine avrai costruito un mondo!

Il tuo mondo.

 

E non mentire. Soprattutto non mentire a te stesso. Il tuo desiderio comincia a realizzarsi quando tu cominci ad affermarlo senza più vergognarti di essere chi sei.

 

E non passare la vita a tentare in tutti i modi di cambiare una donna, come se tu potessi determinare il progetto che gli dei hanno su di te e su di lei.

 

Assumi invece che nulla cambierà nel modo in cui tu pensi cambierà. Che qualunque cosa speri accada nel futuro non avverrà mai nel modo in cui ti aspetteresti, che sarà tutto differente da come ti aspetti.

 

Questo non significa che le persone non cambino da sole. O che tu non cambi anche in meglio, nel tempo. Ma questo cambiamento, quando avverrà, il modo in cui avverrà, sarà sempre differente da come te lo aspettavi.

 

Tutto é collegato. Chi sei tu per credere di mettere tutto in equilibrio con te al centro? Nessuno. Nessuno è al centro. E tutto si muove in maniera così imprevedibile, con milioni di differenti variabili, che impostare la tua realizzazione sul futuro e sulle scelte di un altro (di una donna, di un’istituzione, di una teoria sociale), é folle. E la vita passerà, tutto passerà, e tu sarai diventato vecchio, ad aspettare che qualcosa accadesse proprio come la volevi tu. E non accadrà.

Non succederà.

 

A questo punto, concentrati su te stesso.

 

Che vita sessuale vuoi, adesso?

 

Prendi un foglio e scrivi una frase che sintetizzi la vita sessuale che vuoi vivere. E comincia a realizzarla, giorno dopo giorno.

 

Deve essere una frase semplice.

 

La comincio io per te, tu vai avanti: il mio sogno sessuale è…..

Oppure: la mia vita sessuale ideale è una vita in cui...

 

Non giocare con la tua vita. Se non sei in grado di definire un sogno, se non sai dedicarti ad esso per realizzarlo, vuol dire che non ci credi. E se in un sogno non credi, allora non si realizzerà mai. Deve iniziare a realizzarsi adesso. Fai un’azione concreta che puoi fare già ora. Inizia a lavorare solo su te stesso. Non su di lei..su di te!

 

La verità del tuo sogno dipende da quanto sei disposto a dare per esso. Scrivi quello che senti essere la vita sessuale più “tua” che mai potresti immaginare. E inizia a praticare il modo di pensare che imparerai in questo libro...

 

Non essere vigliacco. Non creare piani di fuga: c'é un solo piano: il piano A. I piani B sono solo nei sogni di chi ha perso, o di chi é già al cimitero. La vita per te ha un solo piano e lo devi realizzare tu da solo, in alleanza stretta, strettissima, con i tuoi dei.

Prenditi la responsabilità della tua realizzazione nella vita, dedicandoti davvero, senza vedere gli ostacoli, ma solamente gli obiettivi. Adesso.

 

Non concentrarti sulle ragioni delle cose, ma sulle strategie. Non concentrarti sul cambiamento naturale, ma sulle decisione. Non lasciare che le cose vadano avanti da sole. Tu sei l’unico che può intervenire sulla tua vita. Succeda quel che succeda. Non dirti cosa vuoi cambiare, ma prendi una decisione dopo l'altra senza guardarti indietro.

 

Ecco. Se vuoi credere in te stesso devi celebrare te stesso in ciò che ti piace fare, farlo ad ogni costo, dare il massimo nel farlo, esprimerti in quel modo lì più che in ogni altro modo. Impegnati per fare sempre meglio, anche l'amore. 

Non puoi ottenere quello che vuoi se non adotti la strategia giusta. Per avere una consulenza scrivimi usando il modulo